Author Archives : Patrizio L.

farmaci antiblastici
Farmaci antiblastici: valutazione dei rischi per gli operatori sanitari
Il rischio di esposizione ai farmaci antiblastici per gli operatori sanitari, un tema particolarmente complesso e critico

Il tema del rischio di esposizione ai farmaci antiblastici (chemioterapici) degli operatori sanitari risulta particolarmente critico, sia sotto il profilo sostanziale (rischio effettivo per gli operatori) sia sotto il profilo formale (adempimenti conseguenti all’applicazione del DLgs 81/2008). E’ noto infatti che, pur essendo esclusi (in quanto farmaci) dall’applicazione della classificazione di pericolosità secondo il Regolamento CLP, ai chemioterapici antiblastici si applica quanto previsto dal Decreto 81 per gli agenti cancerogeni. Cosa prevede la normativa? La normativa prevede infatti che, per le sostanze e miscele pericolose alle quali non si applica il Regolamento CLP, ma che rispondono ai criteri di classificazione come cancerogeni o mutageni di categorie 1A e 1B secondo quanto stabilito dall’Allegato I del Regolamento CLP, si applicano i disposti di cui al Titolo IX, Capo II del DLgs 81/2008 (agenti cancerogeni e mutageni). Tra i chemioterapici antiblastici riconosciuti come cancerogeni si annoverano ad esempio i seguenti: Cisplatino Dacarbazina…

...Continua a leggere...

rumore antropico
Rumore antropico da un bar con tavolini esterni. Come quantificarlo?
Estratto dal Contributo presentato al Convegno Nazionale AIA (Associazione Italiana di Acustica) che si è svolto a Pavia il 7-9 giugno 2017

Nell’ambito di una CTU, condotta per il Tribunale Civile, riguardante un contenzioso per disturbo sonoro da rumore antropico generato dall’attività di un bar con plateatico esterno, si è posta una problematica specifica. La particolarità del caso è dovuta al fatto che, non essendo presenti impianti di diffusione musicale, né altre tipologie di sorgenti sonore connesse ad impianti fissi, i livelli sonori sono determinati quasi esclusivamente dal numero e dal tono di voce degli avventori presenti nel plateatico esterno. Ciò determina una difficoltà nell’individuare una situazione sonora di riferimento, che possa costituire una condizione rappresentativa dell’impatto sonoro connesso alla conduzione del bar. Su tale difficoltà si incentrano le contestazioni reciproche delle due parti, le quali richiedono lo svolgimento di rilevazioni fonometriche in condizioni che, se ritenute rappresentative da una parte, sono puntualmente contestate dall’altra parte, determinando notevoli difficoltà nel conseguire una sintesi. Nei casi di disturbo da rumore antropico determinato prevalentemente…

...Continua a leggere...

acque derivate

Anche quest’anno ricordiamo che  entro il 31 marzo è necessario provvedere ad alcuni adempimenti in tema di gestione delle acque derivate. In particolare: i soggetti che derivano acque pubbliche (da pozzo, sorgente o corso d’acqua superficiale) per uso connesso ad attività aventi fini di lucro sono tenuti a presentare la denuncia annuale delle acque derivate nel 2016 alla Provincia entro il cui territorio ricadono le opere di presa. La denuncia delle misurazioni delle portate e dei volumi di acqua derivata deve essere effettuata tramite la modulistica apposita, disponibile sul sito internet Provincia di Bergamo E’ inoltre possibile inviare la modulistica all’indirizzo PEC [email protected], utilizzando per la spedizione esclusivamente un indirizzo PEC. i soggetti titolari di un atto di concessione a derivare autonomamente acqua pubblica (quali pozzi, sorgenti o corsi idrici superficiali) sono tenuti al pagamento di un canone annuo per l’uso delle acque prelevate. Il versamento dei canoni per l’uso dell’acqua pubblica in…

...Continua a leggere...

Campi elettromagnetici in ambiente di lavoro la direttiva UE
Esposizione dei lavoratori ai campi elettromagnetici: pubblicato il Decreto di recepimento della Direttiva CE
Pubblicato Dec. recepimento Direttiva CE su disposizioni sicurezza per esposizione dei lavoratori ai rischi dei campi elettromagnetici

In un precedente articolo del febbraio 2016 (clicca qui) avevamo illustrato i contenuti e gli adempimenti previsti dalla Direttiva 2013/35/UE in tema di esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici, indicando che i contenuti di tale Direttiva avrebbero dovuto essere recepiti dagli Stati membri entro il termine del 1° luglio 2016. Segnaliamo ora che sulla Gazzetta Ufficiale del 18/08/2016 è stato finalmente pubblicato il Decreto di recepimento: D.Lgs. 1 agosto 2016, n. 159 “Attuazione della direttiva 2013/35/UE sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici) e che abroga la direttiva 2004/40/CE”. Le modifiche introdotte dal nuovo Decreto sono in vigore dal 2 settembre 2016. In particolare, il nuovo Decreto modifica il D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, Titolo VIII, Capo IV, che riguarda la protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a Campi Elettromagnetici, da O…

...Continua a leggere...

relazione di riferimento

Con l’emanazione della D.g.r. 18 aprile 2016 – n. X/5065 “Autorizzazione integrata ambientale (A.I.A.) – Indirizzi per l’applicazione del d.m. n. 272 del 13 novembre 2014 «Decreto recante le modalità per la redazione della relazione di riferimento di cui all’articolo 5, comma 1, lettera V-Bis), del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152» sono state definite le modalità e le tempistiche per la presentazione della verifica ex art. 3, c.2, del DM 272/2014 e della relazione di riferimento (ove dovuta), da parte dei Gestori delle attività soggette ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA). La D.g.r. 18 aprile 2016 – n. X/5065 definisce diverse tempistiche in funzione delle seguenti casistiche: procedimenti di rilascio, modifica o aggiornamento avviati e conclusi dopo il 7 gennaio 2013, ossia i procedimenti avviati successivamente all’entrata in vigore della direttiva 2010/75/UE (IED) e che pertanto devono prevedere il rilascio di autorizzazioni allineate ai contenuti della stessa Direttiva; rientrano…

...Continua a leggere...

Dispositivi di Protezione Individuali regolamento CLP SINP

La progressiva entrata in vigore e applicazione del Regolamento CLP relativo all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze chimiche e delle relative miscele, ha come conseguenza la necessità di “allineare” la normativa previgente, tra cui, per quanto di specifico interesse, il Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81. In questo contesto, segnaliamo quindi l’entrata in vigore, il 29 marzo 2016, del Decreto Legislativo 15 febbraio 2016 n. 39, recante “Attuazione della direttiva 2014/27/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, che modifica le direttive 92/58/CEE, 92/85/CEE, 94/33/CE, 98/24/CE del Consiglio e la direttiva 2004/37/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, allo scopo di allinearle al regolamento (CE) n. 1272/2008, relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n.61 del 14 marzo 2016). Le Direttive sopracitate contenevano riferimenti al precedente sistema di classificazione e di etichettatura di pericolosità delle sostanze ed…

...Continua a leggere...

certificazione acustica

In occasione del secondo Seminario di Acustica e Industria – Certificazione acustica dei prodotti industriali, tenutosi presso le strutture del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Ferrara in data 11 febbraio 2016, EST S.r.l. ha presentato un poster illustrante l’esperienza di un caso applicativo di certificazione acustica e vibrazionale di attrezzature manuali portatili. L’evento è stato organizzato con lo scopo costituire un momento di conoscenza e di aggiornamento tecnico-scientifico in relazione alla “Direttiva macchine” ed alle successive numerose disposizioni legislative e normative che hanno ampliato le tipologie di prodotti industriali oggetto di certificazione (macchine destinate a operare all’aperto, elettrodomestici, ecc.), interessando anche nuovi settori (risparmio energetico, ecc.). In questo contesto le emissioni sonore e le emissioni di vibrazioni sono oggetto di interesse, in quanto ad oggi sono molteplici le macchine e le apparecchiature che richiedono la certificazione acustica della potenza sonora emessa e del livello dell’emissione di vibrazioni. Forti sono quindi…

...Continua a leggere...

sicurezza sul lavoro finanziamenti sulla sicurezza registro infortuni formazione per rspp

Con la Circolare n. 92 del 23/12/2015, l’INAIL ricorda che il DLgs 151/2015 all’articolo 21 comma 4 ha abolito l’obbligo della tenuta del registro infortuni, e dell’applicazione delle relative disposizioni sanzionatorie, a decorrere dal 23 dicembre 2015. Resta confermato l’obbligo del datore di lavoro di denunciare all’INAIL gli infortuni occorsi ai dipendenti prestatori d’opera(come previsto dall’art. 53 del DPR 1124/1965, modificato dal DLgs 151/2015 art. 21 comma 1, lett. b). In considerazione dell’abolizione del Registro Infortuni, l’INAIL ha attivato il “cruscotto infortuni” quale strumento informativo per l’orientamento dell’attività ispettiva da parte degli organi di vigilanza.

...Continua a leggere...

Campi elettromagnetici in ambiente di lavoro la direttiva UE

Già da diversi anni sono in vigore disposizioni che riguardano gli Agenti Fisici, come Rumore, Vibrazioni e Radiazioni Ottiche, rispetto ai quali le Aziende sono state chiamate ad elaborare le proprie valutazioni . Il Decreto Legislativo 81/2008 impone, infatti, che il Datore di Lavoro valuti in modo specifico i rischi connessi all’esposizione ad Agenti Fisici nei luoghi di lavoro. E’ previsto che tale valutazione debba essere aggiornata almeno ogni 4 anni. La nuova direttiva 2013/35/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 giugno 2013 sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici ha modificato i criteri di valutazione dei rischi per l’esposizione a campi elettromagnetici. Il termine massimo entro cui tale direttiva dovrà essere recepita è il 1° luglio 2016. Entro tale data, quindi, le Aziende ed i Datori di Lavoro devono condurre un’analisi anche di questa tipologia di…

...Continua a leggere...

sicurezza sul lavoro finanziamenti sulla sicurezza registro infortuni formazione per rspp

Nuovi finanziamenti sulla sicurezza del lavoro. L’INAIL ha infatti pubblicato il nuovo Bando Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro per un importo pari a € 276.269.986 (di cui € 45.432.300 destinati alla Lombardia). Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 5 maggio 2016. Sono ammessi a contributo i progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie: Progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori: Ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro Acquisto di macchine Acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati Acquisto e installazione permanente di ancoraggi Installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale: Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del D.Lgs….

...Continua a leggere...

-->