Author Archives : Paolo M.

classificazione sismica norme tecniche adeguamento sismico

Regione Lombardia ha pubblicato sul BURL del 16/11/2014 la DGR 11 luglio 2014 n. X/2129, con la quale viene aggiornata la classificazione sismica di tutto il territorio lombardo (link: dgr-11-07-2014-n-x_2129). In seguito lo stesso Ente, con delibera di Giunta DGR n. X/2489 del 10 ottobre 2014, ha differito l’entrata in vigore della nuova classificazione sismica al 14 ottobre 2015 (link: dgr-10-10-2014-n-x_2489). La nuova classificazione conferma che nessun Comune lombardo (fig. 1) è da ritenersi in zona 1 (alta sismicità) e sancisce che 57 Comuni sono in zona 2 nelle province di Brescia e di Mantova, 1028 Comuni sono in zona 3, principalmente nelle province di Bergamo, Pavia, Brescia, Cremona e quindi nelle province di Lecco, Lodi, Monza-Brianza, Milano, Mantova e Sondrio, mentre gli altri 446 Comuni sono da ritenersi in zona 4 (sismicità molto bassa). Dall’entrata in vigore della nuova classificazione sismica, nei Comuni che sono stati riclassificati (dalla Zona 4 alla Zona 3 e dalla Zona 3 alla Zona 2), i…

...Continua a leggere...

Monitoraggio in continuo di condotte fognarie, grazie a sensori WiFi
Un sistema innovativo, semplice, modulare, a basso costo e di grande affidabilità.

La tecnologia WiFi applicata alla tutela ambientale ha portato EST e MINTEOS (spin-off del Politecnico di Torino) a realizzare un progetto di Monitoraggio Remoto (in sigla MO.RE.) che ha vinto un bando della Regione Lombardia – su ben 540 partecipanti – in tema di “sviluppo di attività di servizio innovative”. In estrema sintesi, il progetto MORE mira ad applicare la tecnologia WSN (Wireless Sensor Network) alle tematiche ambientali e del territorio, sviluppando servizi di monitoraggio con tecniche di rilevamento remoto per il controllo e la gestione di fenomeni ambientali. Una prima applicazione pratica, derivata anche dalle sollecitazioni di enti gestori, riguarda il monitoraggio delle acque di fognatura, al fine di consentire un’ottimale conduzione e gestione degli impianti di depurazione finali. Un’applicazione denominata “Wireless Florate Network” (WiFN), caratterizzata da numerosi vantaggi, tra i quali: bassi costi di installazione e gestione, flessibilità operativa, autonomia energetica di anni, facilità d’installazione e rimovibilità. Un…

...Continua a leggere...

-->