Bonifica siti contaminati: una linea guida per la valutazione dei gas interstiziali

campionamento gas interstizialiIn materia di bonifica dei siti contaminati, disciplinata dal Titolo V Decreto Legislativo 152/2006, una delle conseguenze della contaminazione del terreno e/o delle acque sotterranee, è la migrazione di sostanze volatili pericolose, in genere di origine organica (COV), verso la superficie. Tale processo, denominato “vapor intrusion” (intrusione di vapori), è tale per cui le sostanze chimiche volatili presenti nel suolo superficiale, nel suolo profondo e/o nelle acque sotterranee, migrano attraverso il suolo insaturo, raggiungendo gli ambienti sovrastanti, alterando la qualità dell’aria indoor e/o outdoor, con conseguente rischio per la salute umana, per l’ambiente e per la sicurezza degli operatori addetti alla bonifica stessa.

In questo contesto, dobbiamo segnalare un utile documento tecnico redatto dall’Arpa Emilia Romagna: “Linea guida operativa per il campionamento, il trasporto e l’analisi dei gas interstiziali nei siti contaminati”. In estrema sintesi, il documento si prefigge i seguenti obiettivi

  • definire correttamente un sistema controllato per la captazione dei gas interstiziali;
  • definire le modalità di campionamento, trasporto e conservazione dei campioni;
  • definire le metodiche analitiche e la strumentazione di laboratorio;
  • validare i risultati analitici e proporre una metodologia di utilizzo dei risultati nei procedimenti di valutazione dei siti contaminati.

Per scaricare il documento:

http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/rifiuti/documenti/bonifiche/linee-guida-soilgas/at_download/file/Linee%20guida%20soil%20gas.pdf

Condividi
Tweet
Condividi1
+1
Pin