Decreto depenalizzazioni (D.Lgs 08/2016)

Nulla cambia in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro, come pure in materia ambientale

Il 6 febbraio 2016 è entrato in vigore il cosiddetto Decreto depenalizzazioni, ovvero il Decreto Legislativo 15 gennaio 2016 n. 8, recante “Disposizioni in materia di depenalizzazione, a norma dell’articolo 2, comma 2, della legge 28 aprile 2014, n. 67”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 17 del 22 gennaio 2016.

Per quanto di nostro interesse, l’Allegato I del citato decreto, richiamato dall’articolo 1 comma 3, esclude esplicitamente da depenalizzazioni, il Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, come pure, in materia ambientale, è escluso il Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme  in materia ambientale”. Ulteriore conferma la troviamo nella Circolare Ministero del Lavoro 06/2015 del 05 febbraio 2016.

Di seguito, tratte dall’Allegato I del Decreto Legislativo 08/2016, riportiamo, per quanto d’interesse, le principali leggi escluse dal provvedimento di depenalizzazione:

In materia di ambiente, territorio e paesaggio

  • Decreto  legislativo  6  novembre  2007,  n.   202,   recante “Attuazione  della  direttiva  2005/35/CE  relativa  all’inquinamento provocato dalle navi e conseguenti sanzioni”.
  • Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante  “Norme  in materia ambientale”.
  • Decreto  legislativo  11  maggio  2005,   n.   133,   recante “Attuazione della direttiva 2000/76/CE, in materia  di  incenerimento dei rifiuti”.
  • Decreto legislativo 14 marzo 2003, n. 65, recante  “Attuazione delle   direttive   1999/45/CE    e    2001/60/CE    relative    alla classificazione, all’imballaggio  e  all’etichettatura  di  preparati
    pericolosi”, limitatamente all’art. 18, comma 1, quando ha ad oggetto le sostanze  e  i  preparati  pericolosi  per  l’ambiente,  per  come definiti dall’art. 2, comma 1, lettera q).
  • Decreto  legislativo  25  febbraio  2000,  n.  174,   recante “Attuazione della direttiva 98/8/CE  in  materia  di  immissione  sul mercato di biocidi”.
  • Decreto  legislativo  3  febbraio  1997,   n.   52,   recante “Attuazione della  direttiva  92/32/CE  concernente  classificazione, imballaggio   ed   etichettatura    delle    sostanze    pericolose”, limitatamente all’art. 36, comma 1, quando ha ad oggetto le  sostanze e i preparati pericolosi per l’ambiente, per come definiti  dall’art. 2, comma 1, lettera q).
  • Legge  11  febbraio  1992,  n.  157,  recante  “Norme  per  la protezione  della  fauna  selvatica  omeoterma  e  per  il   prelievo venatorio”.
  • Legge  26  aprile  1983,  n.   136,   recante   norme   sulla “Biodegradabilita’ dei detergenti sintetici”.
  • Legge 31 dicembre 1962, n. 1860, concernente “Impiego pacifico dell’energia nucleare”.

In materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

  • Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, recante  “Attuazione dell’art. 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia  di  tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”.
  • Legge 27 marzo 1992, n.  257,  recante  “Norme  relative  alla cessazione dell’impiego dell’amianto”.
  • Legge  16  giugno  1939,  n.  1045,  recante  “Condizioni  per l’igiene  e  l’abitabilita’  degli  equipaggi  a  bordo  delle   navi mercantili  nazionali”,  con  riguardo  alla  violazione,  sanzionata dall’art. 90,  delle  disposizioni  di  cui  agli  articoli  34,  39, limitatamente ai locali di lavoro, 40, 41, 44, comma 2, limitatamente alla  installazione  di  impianti  per  la  distribuzione   di   aria condizionata nella sala nautica e nei  locali  della  timoneria,  45, limitatamente ai locali destinati al  lavoro,  66,  limitatamente  ai posti fissi di lavoro, 73, 74, 75, 76.

Per scaricare il Decreto Legislativo 08/2016 (decreto depenalizzazioni) cliccare qui
Per scaricare la circolare ministeriale 05/2016  cliccare qui

Condividi
Tweet
Condividi
+1
Pin