Prevenzione delle patologie muscolo scheletriche connesse con movimenti e sforzi ripetuti degli arti superiori: le nuove Linee guida della Regione Lombardia

Con Decreto n. 7661 del 23 settembre 2015, Regione Lombardia ha pubblicato le “Linee Guida Regionali per la prevenzione delle patologie muscolo scheletriche connesse con movimenti e sforzi ripetuti degli arti superiori”, in aggiornamento al Decreto Direttore Generale Sanità n. 3958 del 22/04/2009.

Un documento di sicura utilità pratica, tenuto conto che, a livello normativo, non esistono disposizioni di legge cogenti, ma solo prescrizioni di carattere generale, con l’obbligo generale, del datore di lavoro, di valutare “tutti” i rischi lavorativi, ivi compreso quello connesso ai “movimenti e sforzi ripetuti degli arti superiori”.

Una problematica che, a titolo puramente indicativo, e non esaustivo, riguarda i seguenti, principali gruppi omogenei di lavoratori:

  • addetti alle catene di montaggio, assemblaggio, cablaggio
  • addetti carico/scarico linea a ritmi prefissati
  • addetti al confezionamento
  • addetti alla cernita manuale
  • addetti a filatura-orditura nell’industria tessile
  • addetti alla macellazione e lavorazione carni
  • addetti a levigatura manuale
  • addetti alla preparazione e confezionamento cibi nell’industria alimentare e nella GDO
  • addetti alle cucine
  • addetti alle pulizie
  • addetti al taglio e cucito nell’industria di confezioni abiti
  • operatori a tastiere
  • musicisti
  • addetti alle casse
  • parrucchieri
  • imbianchini
  • muratori
  • addetti nell’industria calzaturiera e della pelletteria
  • addetti al lavoro di tappezzeria
  • addetti in via continuativa ad alcune lavorazioni agricole (potatura,raccolta e cernita, mungitura manuale, etc.).

Per scaricare il documento cliccare qui.

EST  si occupa da anni di valutazioni del rischio di movimentazione carichi e del rischio da movimenti ripetuti degli arti superiori, con applicazione dei metodi previsti dalle norme della serie ISO 11228.
Non esitate a contattarci scrivendo a: consulenza@estambiente.it

Condividi
Tweet
Condividi2
+1
Pin