Regione Lombardia: procedure più snelle per le concessioni dei pozzi d’acqua

Netta semplificazione della normativa regionale in materia di procedure per il rinnovo delle concessioni dei pozzi d’acqua: oltre ventimila punti di prelievo, utilizzati nel 60 per cento dei casi per uso irriguo-agricolo, mentre il restante 40 per cento è utilizzato a scopo potabile-industriale. Le nuove procedure hanno introdotto il sistema dell’autocertificazione, con l’ausilio di metodologie informatiche. Da un lato, i gestori dei pozzi potranno usufruire di una proroga temporale per l’istanza di rinnovo e, dall’altro, le Province potranno accelerare l’iter di verifica e di rilascio delle concessioni.

Tutti i dettagli sul sito della Regione Lombardia
Vedi anche il sito della Direzione Generale Ambiente Energia e Reti

Condividi
Tweet
Condividi
+1
Pin