scadenze 2018
APRILE E MAGGIO – ADEMPIMENTI AMBIENTALI E RELATIVE SCADENZE 2018
Non solo obblighi ma anche opportunità di monitoraggio della propria gestione ambientale

Anche quest’anno, tra i mesi di aprile e maggio, voi che gestite un’Azienda siete chiamati a rispondere, a seconda della tipologia di attività e delle relative connessioni con l’ambiente, a numerosi adempimenti in tema di rifiuti, emissioni ed autocontrolli. Fornire riscontro alle Autorità competenti costituisce sì un obbligo normativo che impegna amministratori e consulenti, ma può essere visto anche come un’opportunità di monitoraggio della propria gestione ambientale e può consentire di individuare punti di forza e/o di eventuale miglioramento per la crescita futura. Per aiutarvi a creare un semplice pro-memoria, riassumiamo gli aspetti principali da non dimenticare. ENTRO IL 30 APRILE Per tutti i soggetti coinvolti nella filiera dei rifiuti, compilazione della denuncia (MUD) relativa ai rifiuti prodotti e/o smaltiti e/o recuperati nell’anno solare 2017. Per tutti i GESTORI DI IMPIANTI assoggettati alla disciplina IED (IPPC) e quindi in possesso di AIA, compilazione di un apposito Applicativo Integrato Di Autocontrollo…

...Continua a leggere...

Assemblea Generale dell’Albo nazionale gestori ambientali
Assemblea Generale dell’Albo nazionale gestori ambientali
Il 9 ed il 10 Giugno presso il Palazzo della Borsa Valori di Genova si terrà l'Assemblea Generale dell’Albo nazionale gestori ambientali

Segnaliamo che giovedi 9 e venerdi 10 Giugno 2016 si terrà a Genova, presso il Palazzo della Borsa Valori, l’ Assemblea Generale dell’Albo nazionale gestori ambientali, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente. L’evento è articolato in due giornate: giovedì 9 in sessione riservata alle strutture dell’Albo mentre venerdì 10 in sessione pubblica aperta a tutti gli operatori. Nella seconda giornata dell’Assemblea segnaliamo in particolare gli interventi del Ministro della Giustizia Andrea Orlando, del direttore generale del Ministero dell’Ambiente Mariano Grillo e del presidente dell’Albo Eugenio Onori. Per maggiori dettagli sull’evento consultare il link: http://www.minambiente.it/sites/default/files/archivio/allegati/alb_gest_amb/brochure_programma_assemblea_generale_genova2016.pdf L’Albo nazionale gestori ambientali è stato istituito dal D.Lgs 152/2006 e succede all’Albo nazionale gestori rifiuti disciplinato dal D.Lgs 22/97. E’ costituito presso il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed è articolato in un Comitato Nazionale e in Sezioni regionali e provinciali. Alcune tra le principali competenze attribuite al Comitato nazionale e alle…

...Continua a leggere...

sistri mud 2015 rifiuti industriali
ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI: IN VIGORE IL NUOVO REGOLAMENTO
In data 07/09/2014 è entrato in vigore il Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela dell’Ambiente e del Mare n. 120 del 03/06/2014 (G.U. n. 195 del 23/08/2014): ”Regolamento per la definizione delle attribuzioni e delle modalità di organizzazione dell'Albo nazionale dei gestori ambientali, dei requisiti tecnici e finanziari delle imprese e dei responsabili tecnici, dei termini e delle modalità di iscrizione e dei relativi diritti annuali”.

La norma ha abrogato e sostituito il D.M. n. 406 del 28/04/1998, che regolamentava le iscrizioni all’Albo Nazionale Gestori Ambientali (ANGA) ed ha introdotto alcune novità in merito alla gestione dell’Albo stesso, di cui riportiamo breve indicazione: Modifica ai requisiti di idoneità del Responsabile Tecnico: oltre al titolo di studio ed all’esperienza è stata introdotta un’ulteriore idoneità, che andrà verificata con cadenza quinquennale, e che sarà definita con successiva Deliberazione del Comitato Nazionale dell’Albo Gestori Ambientali; Variazione degli importi dei diritti di iscrizione; Eliminazione della perizia giurata per l’attestazione dell’idoneità dei mezzi di trasporto (si veda in merito la recentissima Delibera n. 6 del 09/09/2014 del Comitato Nazionale dell’Albo); Riduzione dei tempi per la conclusione dell’istruttoria di iscrizione  all’Albo, che passano da 90 a 60 giorni; Semplificazione delle procedure di rinnovo dell’iscrizione; Ridenominazione del trasporto in conto proprio di rifiuti in categoria 2 bis; Variazione delle classi di iscrizione alle…

...Continua a leggere...

bonifica dall’amianto censimento amianto manufatti bonifiche
Interventi sporadici e modesti su amianto: nuove opportunità con le ESEDI
Dal Ministero del Lavoro una circolare applicativa rende possibile a “tutte” le imprese e aziende l’esecuzione di interventi su materiali contenenti amianto in matrice compatta e in buone condizioni

Nel settore dello smaltimento di amianto, è una piccola rivoluzione: per l’esecuzione di “sporadici” e “modesti” interventi su materiali contenenti amianto in matrice compatta e in buone condizioni (lastre di eternit, canne fumarie, vasche e simili) non è più necessario rivolgersi esclusivamente a imprese qualificate e iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali, ovviamente nel rispetto di ben precise condizioni. Dal Ministero via libera alle ESEDI La possibilità per “tutte” le imprese di eseguire “sporadici” e “modesti” interventi di manutenzione e di rimozione di materiali contenenti amianto – purché in matrice compatta e in buone condizioni – è esplicitata dall’articolo 249 comma 2 del Testo Unico (vedi riquadro di approfondimento). Vediamo cosa dice la Legge. Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81 Articolo 249. (Valutazione dei rischio) (…) 2. Nei casi di esposizioni sporadiche e di debole intensità e a condizione che risulti chiaramente dalla valutazione dei rischi di cui al comma…

...Continua a leggere...