Irregolarità negli appalti e “lavoro  nero” in aumento La periodica diffusione del rendiconto ispettivo della Direzione Provinciale del Lavoro (in sigla DPL) della Provincia di Bergamo, relativo al biennio 2009-2010, permette di compiere interessanti riflessioni e considerazioni sulla realtà produttiva della bergamasca, di fatto una delle aree più industrializzate d’Italia. Con una premessa fondamentale e doverosa: il quadro che emerge dai dati della DPL orobica parrebbe delineare un tessuto industriale e artigianale fortemente irregolare e scarsamente rispettoso delle leggi. In realtà, molti dei sopralluoghi ispettivi sono stati eseguiti “a colpo sicuro”, sulla base di precise segnalazioni, esposti e denunce, per cui le percentuali di “irregolarità” che stiamo per esporre non sono in alcun modo rappresentative della realtà produttiva della provincia di Bergamo. Tra le molteplici analisi possibili, vogliamo porre l’attenzione su due aspetti: gli appalti e il lavoro irregolare, che ha la sua massima espressione, se così possiamo dire, nel…

...Continua a leggere...