emissioni in atmosfera

La recente D.g.r. 18 dicembre 2017 – n. X/7570 “Indirizzi di semplificazione per le modifiche di impianti in materia di emissioni in atmosfera ai sensi della parte quinta del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i..” fornisce indicazioni in merito alle modalità autorizzative di modifiche impiantistiche che coinvolgono il tema delle emissioni in atmosfera. In particolare, aspetto significativo sul quale si concentra il disposto normativo è la distinzione tra MODIFICA SOSTANZIALE e MODIFICA NON SOSTANZIALE, con le relative conseguenze che tale attribuzione comporta in tema di iter autorizzativo e di contenuto tecnico richiesto per l’istanza di modifica. Riteniamo significativo evidenziare alcuni aspetti in merito: sono da considerarsi SOSTANZIALI le modifiche che comportano effetti negativi e significativi sull’ambiente o sulla salute; possono risultare SOSTANZIALI modifiche che, pur non implicando un aumento del flusso di massa degli inquinanti, possono prevedere variazioni significative al ciclo produttivo, tali per cui è opportuna una istruttoria da parte dell’Autorità…

...Continua a leggere...

Sul Bollettino. Uff. Regione Lombardia n° 37 del 09/09/2013 è stata pubblicata la  Circolare Regionale n° 19 del 05/08/2013 “Primi indirizzi regionali in materia di autorizzazione unica ambientale (AUA)”. Tra gli elementi più significativi contenuti nella Circolare citata si segnalano i seguenti: Si conferma che in Regione Lombardia, le Autorità Competenti all’adozione dell’AUA sono le Province, mentre il SUAP è l’unico punto di accesso per il richiedente. Le nuove disposizioni si applicano sia alle piccole e medie imprese, sia ad «impianti» non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale (indipendentemente dal tipo di impresa a cui tali impianti appartengono). Oltre agli impianti soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) e a Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), sono esclusi dall’ambito di applicazione dell’AUA anche i seguenti procedimenti che già oggi si caratterizzano per «l’unicità» e che prevedono quindi l’accorpamento di tutti gli atti autorizzatori necessari per la realizzazione e l’esercizio dell’impianto: il procedimento unico…

...Continua a leggere...

E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale del 29 maggio 2013, n. 129, il Decreto del Presidente della Repubblica  13 marzo 2013, n. 59 “Regolamento recante la disciplina dell’autorizzazione unica ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad autorizzazione integrata ambientale, a norma dell’articolo 23 del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 35″. Il Decreto ha lo scopo di regolamentare l’autorizzazione unica ambientale (AUA) e semplificare gli adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti alle disposizioni in materia di autorizzazione integrata ambientale (AIA), unificando in un unico procedimento fino a sette autorizzazioni ambientali: autorizzazione agli scarichi; comunicazione preventiva per l’uso agronomico degli effluenti di allevamento, di acque di vegetazione dei frantoi oleari e di acque reflue provenienti da aziende…

...Continua a leggere...