In acque ad uso umano, superficiali, sotterranee e di scarico Il Decreto Legislativo 2 febbraio 2011, n. 31 “Attuazione della Direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano” indica che sono classificate acque destinate al consumo umano anche: Le acque usate per la preparazione di cibi e bevande; Le acque usate in imprese alimentari per fabbricazione, trattamento, conservazione o immissione sul mercato di prodotti o di sostanze destinate al consumo umano. Relativamente a tali acque, specifica inoltre che le stesse devono essere “salubri e pulite”.

...Continua a leggere...