Scarpe, pelle e mobili extra-UE: allarme dimetilfumarato
A seguito di numerosi problemi sanitari accertati in Europa, anche di rilevante entità, dallo scorso maggio è vietata l’importazione nell’UE di prodotti contenenti l’antimuffa dimetilfumarato (DMF). Spetta agli importatori verificare l’assenza di tale sostanza.

L’allarme è scattato in Francia, Finlandia, Polonia, Svezia e Regno Unito, dove centinaia di cittadini hanno sofferto di problemi di salute inizialmente inspiegabili: prurito, irritazione, arrossamenti e ustioni cutanee, fino ad arrivare, in alcuni casi, a  gravi difficoltà respiratorie. Gli esami clinici hanno successivamente dimostrato che tali danni sanitari erano stati provocati dal biocida dimetilfumarato (DMF), ovvero un antimuffa vietato nell’Unione Europea, ma utilizzato soprattutto in Paesi dal clima fortemente umido. Generalmente, questa sostanza è confezionata in piccoli sacchetti (o bustine), che sono inseriti nei prodotti (o nelle scatole dei prodotti) sensibili all’umidità – soprattutto scarpe, mobili e articoli di vario genere in pelle – per proteggerli durante lo stoccaggio e il trasporto. Evaporando dai sacchetti, il dimetilfumarato viene però assorbito in quantità più o meno elevata dai prodotti destinati alla vendita, con la conseguenza che l’acquirente finale entrerà in contatto, suo malgrado, con un prodotto impregnato di una sostanza…

...Continua a leggere...

Recentemente è emerso allarme presso gli stati membri UE a causa della presenza del dimetilfumarato in articoli di mobilio, scarpe, ed articoli in pelle provenienti da paesi extra Unione Europea in particolare dalla Cina. Si tratta di un biocida utilizzato come antimuffa in paesi dove l’alto tenore di umidità potrebbe deteriorare la merce a causa del proliferare delle muffe. Confezionato in sacchetti che accompagnano gli articoli il dimetilfumarato evapora impregnando la pelle. Esso può poi arrivare a contatto della pelle umana generando dermatiti.

...Continua a leggere...