Nel delicato settore della formazione in materia di prevenzione incedi e gestione delle emergenze, dobbiamo segnalare la pubblicazione dell’edizione aggiornata del manuale INAIL “Formazione antincendio gestione dell’emergenza nei luoghi di lavoro – Decreto Ministero dell’Interno 10 marzo 1998”, con tutte le novità derivanti dagli ultimi aggiornamenti normativi, tra cui spicca il DPR 1 agosto 2011 n. 151.

Nello specifico, il documento contiene, con un buon grado di dettaglio (circa 190 pagine), i criteri generali di sicurezza antincendio per la gestione dell’emergenza sui luoghi di lavoro. Come tale, si rivolge in primo luogo ai tecnici impegnati nel settore della sicurezza e dell’antincendio, ai datori di lavoro, ai responsabili del servizio di prevenzione e protezione, ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza e, più in generale, a tutti gli attori della sicurezza nei luoghi di lavoro e di comunità.

Per scaricare il documento, cliccare qui

Nuovo importante tassello per arrivare alla piena operatività dei Regolamenti REACH e CLP. La Regione Lombardia, col Decreto n. 5028 del 7 giugno 2012, ha emesso le “Linee guida per la gestione delle segnalazione di non conformità ai Regolamenti REACH e CLP di sostanze in quanto tali o in quanto componenti di miscele o articoli”, che integra e completa le indicazioni già affrontate nelle “Linee guida per l’effettuazione dei controlli previsti dai regolamenti REACH e CLP”, emanate con Decreto n. 10009 del 28 ottobre 2011, di cui ci siamo già occupati in un precedente articolo, al quale si rimanda.

Il nuovo documento tecnico è rivolto alle Aziende Sanitarie Locali (ASL), con i seguenti obiettivi principali:

  • fornire indicazioni operative per l’avvio e l’esecuzione di controlli conseguenti alla ricezione di segnalazioni di non conformità;
  • garantire la corretta gestione di tali non conformità, anche nel caso di situazioni di emergenza;
  • assicurare la trasparenza nella gestione delle non conformità;
  • definire i necessari flussi informativi, a tutti i livelli istituzionali;
  • favorire l’organizzazione delle strutture e del personale preposto a tali controlli.

Per scaricare il documento, cliccare qui