Apparecchi a pressione: una linea guida scientifica dell’INAIL

Nel campo della verifica degli apparecchi a pressione, in particolare nell’ambito della sicurezza degli impianti di produzione di energia, delle raffinerie e degli impianti chimici, dobbiamo segnalare un’utile pubblicazione tecnica dell’INAIL, settore Ricerca certificazione e verifica: “Analisi e determinazione della vita residua di attrezzature in pressione”. Uno studio che punta a definire lo “stato dell’arte” per ciò che concerne le conoscenze sul degrado ad alta temperatura degli acciai. Il documento si articola in due parti:…

Andamento infortunistico 2012 secondo i dati INAIL.

Al netto della crisi, continua positivamente la riduzione del fenomeno

L’INAIL ha reso noto i dati quasi definitivi dell’andamento infortunistico del 2012, aggiornati al 28 febbraio 2013, che evidenziano una riduzione di circa il 9 per cento rispetto all’anno precedente (circa 657mila casi a fronte di 726mila). “Oltre la metà del calo infortunistico registrato tra il 2011 e il 2012 – precisa l’INAIL – è imputabile alla grave crisi in atto, ma la rimanente quota è pur sempre attribuibile all’effettivo miglioramento dei livelli di rischio…

Rischio biologico nella bonifica di siti contaminati: le Linee guida INAIL

INAIL ha pubblicato la monografia: “Il rischio biologico nel settore della bonifica dei siti contaminati” sul rischio biologico occupazionale in bonifica

Il problema dell’inquinamento dei suoli e delle falde acquifere da parte dei contaminanti organici di svariata natura chimica (idrocarburi, sostanze organo-alogenate, fitofarmaci, derivati dell’anilina, naftoli, pesticidi, etc.) è particolarmente rilevante in numerose zone italiane, e molto spesso è aggravato dall’elevata persistenza e tossicità di questi composti, con i connessi rischi sanitari. Le conseguenti attività di bonifica, spesso complesse, comportano com’è ovvio una serie di rischi per i lavoratori addetti, tra cui quello biologico. Un rischio,…

Movimentazione merci pericolose: un manuale INAIL “fa il punto” sullo stato dell’arte

In materia di movimentazione di merci pericolose (carico, scarico e facchinaggio) un manuale INAIL “fa il punto” sullo stato dell’arte di un insieme di fasi lavorative troppe volte sottovalutate nella loro pericolosità. Il manuale, di ben 136 pagine con numerose fotografie, “è destinato agli addetti al carico, scarico, facchinaggio e trasporto di merci e materiali, con particolare riferimento a quelli pericolosi, ossia agenti chimici (sostanze o miscele) classificati ed etichettati come tali in conformità alla…

Sicurezza in ambiente ospedaliero: nuova edizione della Linea guida INAIL

A seguito della prima edizione del 2007, l’INAIL ha pubblicato l’edizione aggiornata delle Linee guida: La sicurezza in ospedale. Il documento costituisce uno strumento tecnico, che si prefigge lo scopo di individuare tutti i pericoli presenti negli ospedali, mediante l’uso di specifiche check list. Si tratta di una pubblicazione minuziosa e dettagliata, prettamente tecnica e operativa, articolata in dieci fascicoli,  ognuno dei quali dedicato a una specifica tematica: apparecchiature elettromedicali, luoghi di lavoro, rischio biologico,…

Radon nelle scuole: una Linea Guida INAIL

In un recente articolo abbiamo approfondito il cosiddetto rischio radon, illustrando i suoi non trascurabili rischi di carattere sanitario per la salute pubblica. A completamento di tale trattazione, vogliamo ora segnalare una pubblicazione tecnica INAIL, che affronta nel dettaglio le problematiche connesse al radon negli edifici scolastici. “Una scuola senza radon” – è questo il titolo della guida – vuole affrontare il tema degli effetti connessi all’esposizione al radon in modo semplice, chiaro ed efficace,…

Sovraccarico biomeccanico degli arti superiori: una guida INAIL alla valutazione del rischio

Interessante e utile monografia dell’INAIL: “Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori nei comparti della piccola industria, dell’artigianato e dell’agricoltura”. Uno strumento tecnico rivolto a tutti i soggetti, istituzionali e non, che operano nel campo della tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, con in primo piano coloro che sono preposti, in ambito aziendale, all’analisi, valutazione e gestione del rischio. La pubblicazione (ben 132 pagine) prende in esame una molteplicità di mansioni lavorative,…

Il prossimo 28 febbraio scade il termine per la richiesta dello “sconto INAIL” OT 24

Tecnicamente, si tratta della “Riduzione del tasso medio di tariffa per prevenzione”, istituita dal Decreto Ministeriale 12/12/2000 e modificato dal Decreto Ministeriale 3 dicembre 2010. Uno “sconto” con il quale l’INAIL vuole premiare, ogni anno, le aziende che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli minimi previsti dalla normativa in materia, in primo luogo il Decreto Legislativo n. 81/2008. In pratica, è…

Polveri di legno: un manuale tecnico dell’INAIL

La lavorazione del legno – oltre 50mila aziende e 170mila addetti – si pone al terzo posto tra i comparti produttivi a maggiore rischio infortunistico, cui si aggiunge il rischio di gravi patologie professionali, in primo luogo le neoplasie delle cavità nasali, dovute all’inalazione di polveri generate durante la lavorazione, in particolare da parte dei cosiddetti “legni duri”. Tali polveri sono classificate di Gruppo 1 dalla IARC, ovvero “cancerogene per l’uomo”, alla pari del Decreto…

Definitivi i dati INAIL 2011: prosegue la riduzione degli infortuni sul lavoro Una diminuzione costante e significativa, anche “al netto” della crisi economica

Prosegue la costante e significativa riduzione degli infortuni sul lavoro in Italia. E, quel che più conta, “al netto” della crisi economica, cioè tenendo conto dell’andamento occupazionale, delle unità di lavoro/anno e delle ore lavorate per dipendente. E’ questo l’aspetto saliente del “Rapporto annuale INAIL” presentato il 10 luglio 2012, che ha evidenziato, nel 2011 rispetto al 2010, un calo del 6,6 per cento del totale degli infortuni sul lavoro, mentre gli infortuni mortali si…