In particolare, l’articolo 2, comma 2 del succitato D.lgs. esclude dal regime Emissions Trading gli impianti di incenerimento che trattano annualmente, per più del 50% in peso rispetto al totale dei rifiuti trattati, le seguenti tipologie di rifiuti:n data 23 settembre u.s. è stata approvata, dal Comitato nazionale  per la gestione  della direttiva 2003/87/CE  (Emissions Trading), la deliberazione  n. 21/2013  concernente la comunicazione dei dati da parte degli impianti di incenerimento dei rifiuti, come previsto dall’articolo 2 commi 2 e 3 del Dlgs 30/2013. Rifiuti urbani Rifiuti pericolosi Rifiuti speciali non pericolosi prodotti da impianti di trattamento alimentati annualmente con rifiuti urbani per una quota superiore al 50% in peso Lo stesso articolo, al comma 3, specifica tuttavia che, al fine della verifica di queste condizioni, i gestori degli impianti di incenerimento con una potenza termica installata superiore a 20 MW devono trasmettere al Comitato una apposita comunicazione. Il Comitato provvederà,…

...Continua a leggere...