sicurezza sul lavoro finanziamenti sulla sicurezza registro infortuni formazione per rspp

Nuovi finanziamenti sulla sicurezza del lavoro. L’INAIL ha infatti pubblicato il nuovo Bando Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro per un importo pari a € 276.269.986 (di cui € 45.432.300 destinati alla Lombardia). Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 5 maggio 2016. Sono ammessi a contributo i progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie: Progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori: Ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro Acquisto di macchine Acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati Acquisto e installazione permanente di ancoraggi Installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale: Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del D.Lgs….

...Continua a leggere...

bonifica dall’amianto censimento amianto manufatti bonifiche
Bonifica Amianto: Nuovi incentivi
Agevolazioni per le imprese per favorire la bonifica di siti contaminati.

Il governo ha presentato un emendamento al collegato ambientale in Commissione Ambiente al Senato, che prevede un credito d’imposta del 50% per le spese sostenute dalle imprese per la bonifica amianto degli immobili per lavori superiori a 20000 euro. Il disegno di legge, ormai alle battute finali, prevede anche un fondo pari a 17,5 milioni di euro nel triennio 2015-2017 destinati alla progettazione di interventi di bonifica amianto per gli edifici pubblici. EST vanta ampia esperienza nella valutazione dello stato dei componenti dell’immobile, nell’individuazione e nel campionamento dei punti critici, nell’analisi dei materiali prelevati per la ricerca d’amianto, nella progettazione della bonifica e nella stesura della documentazione. Inoltre segue le fasi di rimozione, direzione lavori e monitoraggio delle eventuali fibre libere rilasciate durante le operazioni di bonifica. I nostri tecnici e consulenti sono a completa disposizione per ogni eventuale chiarimento.

...Continua a leggere...

L’INAIL ha pubblicato il Bando Incentivi ISI 2014: dal 3 marzo al 7 maggio 2015 le aziende interessate potranno inserire online, sul portale dell’Istituto, le domande di finanziamento. Si tratta di oltre 267 milioni di euro a fondo perduto, per la realizzazione di progetti di investimento finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza del lavoro o all’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale. Lo stanziamento è ripartito in budget regionali, che tengono conto del numero dei lavoratori e dell’indice di gravità degli infortuni rilevato sul territorio. I contributi vengono assegnati fino ad esaurimento, sulla base dell’ordine cronologico di arrivo delle domande di partecipazione, ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito quali quelli gestiti dal Fondo di garanzia delle piccole e medie imprese e da Ismea. Il contributo può arrivare fino al 65 per cento dei costi, con un massimo di 130mila…

...Continua a leggere...

Sarà attivo fino al 7 marzo 2012 lo “Sportello online INAIL” per l’assegnazione di 205 milioni di euro stanziati per finanziare progetti finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nelle aziende italiane. Lo stanziamento rappresenta la seconda tranche di un ammontare complessivo di circa 850 milioni, messi a disposizione dall’INAIL nel corso del triennio 2011-2013. Nello specifico, gli incentivi hanno ad oggetto progetti di investimento per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, e consiste in un contributo in conto capitale pari al 50 per cento dei costi sostenuti, con un massimo di 100mila euro. Tutti i dettagli cliccando qui.

...Continua a leggere...

In questo periodo di crisi, il settore del fotovoltaico ha rappresentato una sorta di “ancora di salvezza” per molte aziende, letteralmente salvate dal giro d’affari originato da questo innovativo settore. Un settore che, negli ultimi mesi, ha però dovuto fare i conti con non poche incertezze a livello legislativo, finalmente risolte con l’emanazione di un decreto ministeriale – firmato lo scorso 5 maggio – che stabilisce i criteri di incentivazione per la produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici e lo sviluppo di tecnologie innovative per la conversione fotovoltaica. Il nuovo quadro giuridico si applica agli impianti che entrano in servizio a partire dal primo giugno 2011 e fino al 31 dicembre 2016, con un obiettivo indicativo di potenza installata, a livello nazionale, di circa 23.000 MW. Nel medesimo periodo temporale, sarà inoltre possibile raggiungere la cosiddetta “grid parity”, cioè la competitività della tecnologia. Per quanto di interesse delle…

...Continua a leggere...