In questi tempi di crisi, la notizia merita il massimo risalto: 118 milioni di euro sono a disposizione delle imprese lombarde per sviluppare la ricerca e l’innovazione in dieci settori strategici: agroalimentare; aerospazio; edilizia sostenibile; automotive; energia e fonti rinnovabili; biotecnologie; Ict; materiali avanzati o nuovi materiali; moda e design; meccanica di precisione, metallurgia e beni strumentali.

E’ questo l’importante risultato di un accordo tra la Regione Lombardia e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che concorrono in parti uguali al finanziamento dell’iniziativa.

Il bando per la richiesta dei contributi è stato aperto ufficialmente lo scorso 3 ottobre: “Si tratta di una iniziativa di straordinaria importanza – ha commentato il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni – soprattutto in un periodo come questo, attraverso la quale promuoviamo la realizzazione di progetti di ricerca industriale e di attività di sviluppo sperimentale da parte di piccole e medie imprese lombarde. Lo scopo del bando è di innalzare il contenuto tecnico-scientifico di prodotti e processi che favoriscano la competitività del sistema produttivo e scientifico lombardo“.

Le domande possono essere presentate entro il 23 novembre 2011 secondo una procedura totalmente informatizzata, con riferimento al portale regionale https://gefo.servizirl.it, dove è possibile reperire tutte le informazioni di dettaglio.

Per le micro, piccole e medie imprese lombarde, è un’occasione da sfruttare appieno: dal 5 luglio 2011 è possibile richiedere la concessione di “Voucher per servizi di ricerca e innovazione e contributi per i processi di brevettazione”, fino a un massimo di 12mila euro. Nello specifico, si tratta di contributi finalizzati all’acquisto di servizi per la ricerca e l’innovazione, o per l’inserimento di capitale umano qualificato in azienda, oltre a un contributo per le spese sostenute per l’acquisizione di uno o più brevetti, o modelli europei o internazionali.

Le domande di concessione possono essere presentate, solo in modalità telematica, dal 5 luglio al 30 dicembre 2011. Tutte le informazioni sul sito della CCIAA di Bergamo: http://www.bg.camcom.it/release/bandi/bando_0123.html

La Camera di Commercio di Bergamo, allo scopo di premiare le imprese della provincia che abbiano realizzato interventi tecnologicamente innovativi e brevettati, sia di prodotto che di processo, ha messo a disposizione un fondo di 45mila euro. Ogni impresa può presentare più di una domanda, entro il 31 agosto 2011, con un premio che potrà raggiungere i 15mila euro.

Tutte le informazioni cliccando su: http://www.bg.camcom.it/release/bandi/bando_0122.html