Importante – ed ennesima – novità per il SISTRI, annunciata in un comunicato ufficiale del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. In tempi brevi sarà emanato un nuovo decreto di semplificazione del “Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti”, che, tra l’altro, “assoggetterà al Sistri solo imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti con più di 10 dipendenti nei settori dell’industria, artigianato, commercio e servizi”.

A ormai cinque anni dalla presentazione del sistema, “obiettivo del Governo – aggiunge il ministro dell’Ambiente – è quello di rendere questo strumento, dalla storia travagliata, una ulteriore opportunità per la competitività del Paese ed un presidio per la tutela della legalità”.

Il comunicato stampa sul sito del Ministero dell’Ambiente, cliccando qui

I Sistemi di Gestione della Sicurezza sul Lavoro (in sigla SGSL) rappresentano il “futuro organizzativo” delle imprese, piccole o grandi che siano. Un futuro relativamente facile per le medie e grandi aziende, per le quali d’adozione di un tale sistema di gestione – ad esempio sulla base delle “storiche” linee guida UNI INAIL e BS OHSAS 18001:2007 – richiede risorse più che accettabili, con vantaggi e ritorni economici in tempi brevi. Viceversa, risulta nettamente più problematica l’adozione di un simile sistema nelle piccole aziende, sia per le oggettive difficoltà organizzative, sia per problemi di carattere economico.

In questa ottica, risulteranno di sicura utilità le recenti “Linee di indirizzo SGSL – MPI Per l’implementazione di Sistemi di Gestione per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro nelle Micro e Piccole Imprese”, redatte dall’INAIL in collaborazione con varie associazioni datoriali e organizzazioni sindacali.

…Continua a leggere…