I consumatori sono sempre più stimolati, anche attraverso gli organi di stampa, ad infomarsi in merito alle caratteristiche dei prodotti di largo consumo. E’, quindi, interesse e spesso obbligo per i produttori qualificare le materie prime in uso all’interno dei cicli di produzione e, di conseguenza, le sostanze presenti nei prodotti finiti.
A tal riguardo, diventa fondamentale disporre di strutture accreditate ISO 17025, come il laboratorio EST S.r.l., in grado di assistere le Aziende durante il processo e di fornire in modo effciiente risultati analitici di elevata affidabilità.

Si ricordano ad esempio: la pesenza di dimetilfumarato nelle bustine di silica gel, gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) nelle colle, l’acido borico nelle soluzioni per gli occhi, il bisfenolo A nei prodotti per l’infanzia.
In particolare, di recente pubblicazione è il divieto di produzione e commercializzazione di biberon e prodotti similari per la prima infanzia contenenti Bisfenolo A.

…Continua a leggere…