SDS monitoraggio della formaldeide classificata cancerogena Rischio formaldeide
RISCHIO FORMALDEIDE: Convegno di approfondimento sulle linee guida regionali
Dal convegno di dicembre 2016 di Confindustria Bergamo arriva un'attenta analisi delle linee guida della Regione Lombardia sul rischio Formaldeide

La Regione Lombardia, con Decreto n. 11665/2016, ha ritenuto doveroso emanare specifiche linee guida relativamente alla stima e gestione del rischio da esposizione a formaldeide, per rispondere alle numerose richieste espresse dal tessuto industriale lombardo.

La presenza, anche solo potenziale, di sostanze cancerogene (fra queste la formaldeide) nell’ambiente di lavoro, impone al datore di lavoro di effettuare innanzitutto valutazioni sull’esposizione attraverso accurate procedure di indagine definite su scala internazionale. Gli esiti di tali valutazioni potranno determinare conseguenze fondamentali nella gestione complessiva delle norme dettate dal D.Lgs. 81/2008 sul processo organizzativo, produttivo, sanitario e sanzionatorio.
Confindustria Bergamo ha organizzato un secondo convegno sul tema, durante il quale dr. Umberto Minola (amministratore di EST) ha in particolare svolto un’approfondita illustrazione della strategia e metodologia operativa da adottare per lo svolgimento concreto della valutazione di esposizione a formaldeide facendo riferimento alle numerose esperienze svolte negli anni ed ai riferimenti ufficiali proposti, concludendo che “… un’indagine e valutazione svolta in modo non corretto è sicuramente più compromettente di un’indagine non effettuata!”.

Per rispondere all’interesse suscitato dall’argomento sia nei confronti di titolari di aziende potenzialmente coinvolte nel problema, che verso medici del lavoro ed operatori delle pubbliche amministrazioni, chiamati ad esprimersi sugli aspetti del rischio per i lavoratori, pubblichiamo la presentazione illustrata durante l’evento.
Per scaricare il file, cliccare qui

Chiunque voglia approfondire ulteriormente questo complesso tema emergente o necessiti di supporto tecnico, non esiti a contattarci usando il relativo form.

impianti per rifiuti sottoprodotti
Impianti per Rifiuti: Un motore di ricerca dalla Provincia di BG
Il motore di ricerca consente di visualizzare l'elenco degli impianti per rifiuti presenti sul territorio provinciale in possesso di autorizzazione allo smaltimento e/o recupero di rifiuti che operano in forza di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA).

Provincia BG impianti per rifiutiAllo scopo di fornire uno strumento utile per individuare gli impianti a cui conferire i rifiuti prodotti, segnaliamo che la Provincia di Bergamo rende disponibile un utile motore di ricerca di impianti per rifiuti al seguente indirizzo web: Provincia di Bergamo

E’ possibile effettuare la ricerca selezionando la tipologia dell’impianto (quali Compostaggio, Depurazione, Discariche, Inertizzazione), il Comune in cui lo stesso è localizzato oppure un codice CER che l’impianto è autorizzato a ricevere.
Selezionando uno degli impianti proposti nei risultati della ricerca si può accedere alla scheda del singolo impianto con indirizzi, recapiti e l’elenco dei codici CER dei rifiuti trattati.

La normativa relativa alla gestione dei rifiuti è in continua evoluzione.
Il SISTRI (Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti) è il sistema informatico di monitoraggio e tracciabilità dei rifiuti pericolosi voluto dal Ministero dell’Ambiente Italiano.

Con l’avvento del SISTRI si passa da un sistema di gestione dei rifiuti cartaceo:

  1. Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD);
  2. Registro di carico e scarico dei rifiuti;
  3. Formulario di identificazione dei rifiuti (FIR);

ad un sistema in formato digitale costituito da:

  1. Dichiarazione SISTRI;
  2. Registro cronologico;
  3. Scheda SISTRI.

EST offre diversi servizi per le Aziende che producono e gestiscono rifiuti speciali:

  • campionamento rappresentativo del rifiuto secondo la norma UNI 10802/2004;
  • analisi chimiche per la classificazione del rifiuto, determinazione delle classi di pericolosità, presenza di PCB/PCT e giudizio di rifiuti ai sensi del DM 05/02/98;
  • corsi per addetti alla gestione dei rifiuti ;
  • corsi per l’utilizzo dell’applicativo SISTRI;
  • compilazione del Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD);
  • compilazione dell’applicativo O.R.SO.;
  • audit presso le aziende.

Per approfondimenti, valutazioni o quesiti specifici relativi al nuovo regime di gestione rifiuti contattare consulenza@estambiente.it
Per campionamento ed analisi chimiche laboratorio@estambiente.it