prodotti chimiciIn occasione della celebrazione della prossima “Giornata mondiale della salute e sicurezza sul lavoro”, prevista per il 28 aprile 2014, l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) ha pubblicato il rapporto “Salute e sicurezza nell’utilizzo di prodotti chimici sul lavoro”, con il quale viene esaminata la situazione relativa all’utilizzo dei prodotti chimici sul lavoro e il loro impatto sui luoghi di lavoro e sull’ambiente.

Il rapporto affronta anche le strategie messe in atto a livello nazionale e internazionale nel settore della sicurezza chimica, fornendo elementi di valutazione e programmazione utili anche a livello di impresa, al fine di garantire una gestione razionale dei prodotti chimici sui luoghi di lavoro.

Per scaricare il volume, cliccare qui

Pubblicato da Fondimpresa il nuovo bando per la formazione dei lavoratori su temi di salute, sicurezza sul lavoro e tematiche ambientali. L’obiettivo è quello di favorire la formazione non obbligatoria su temi di significativa importanza ed attualità.

Sono, quindi, disponibili fondi , a partire dal 18 marzo 2013 e fino ad esaurimento per formare i lavoratori dipendenti delle aziende che intendono aderire a questa opportunità.

EST è società altamente qualificata ed ha maturato negli anni un’approfondita esperienza nella preparazione e gestione di corsi di formazione.
Per approfondimenti sul tema, visita anche: Servizi – formazione.

In una materia non sempre semplice, e tra l’altro oggetto di recenti modifiche legislative, l’opuscolo informativo “Tutela della salute delle lavoratrici madri – Linee di indirizzo per l’applicazione del D.Lgs. n. 151/2001, artt. 7, 8, 11 e 12”, curato dalla Direzione Regionale del Lavoro per il Veneto, è sicuramente una guida utile e opportuna. Il documento si rivolge in primo luogo ai datori di lavoro e ai consulenti del settore, tenendo conto delle prescrizioni della L. 35/2012.

Per scaricare l’opuscolo, dal sito del sito del Ministero del Lavoro, cliccare qui

Nuovo contributo della Regione Lombardia – Direzione Generale Sanità – alla sicurezza sui luoghi di lavoro: col Decreto n. 1864 del 7 marzo 2012, è stata infatti pubblicata la versione aggiornata del “Vademecum per il miglioramento della sicurezza e della salute nella attività calzaturiere”. Un documento ponderoso (120 pagine), realizzato da un gruppo di lavoro regionale, in collaborazione con numerose organizzazioni di categoria.

Tra i principali argomenti trattati, sempre all’insegna della massima concretezza, possiamo evidenziare i seguenti: analisi del processo produttivo e delle principali attrezzature, macchine e impianti; valutazione dei materiali impiegati; evoluzione nel tempo delle miscele di solventi utilizzate; i Regolamenti REACH e CLP; valutazione dei principali rischi legati alla sicurezza e alla salute; indicazioni per il miglioramento delle condizioni di lavoro; sorveglianza sanitaria; proposta di una “Safety Check”.

Per scaricare il documento cliccare qui: Vademecum comparto calzaturiero