isi 2016
Finanziamenti alle imprese in materia di sicurezza: al via il Bando INAIL “Isi 2016”
Messi in campo 245 milioni di euro che, a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa, verranno erogati secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande

Anche quest’anno l’INAIL ripropone il “ bando isi 2016 ”, ovvero finanziamenti in conto capitale, a fondo perduto, delle spese sostenute per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, anche a favore di imprese individuali. Complessivamente, sono messi a disposizione circa 245 milioni di euro, fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Nel dettaglio, sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto: 1.    Progetti di investimento 2.    Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale 3.    Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto 4.    Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

...Continua a leggere...

Dispositivi di Protezione Individuali regolamento CLP SINP

Avrebbe dovuto essere emanato entro 180 giorni dall’entrata in vigore del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81: stiamo parlando delle regole tecniche di attuazione del cosiddetto SINP, ovvero il “Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro”, previsto dall’articolo 8 del citato Decreto 81/2008. Sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 226 del 27-9-2016 – Suppl. Ordinario n. 42 è stato infatti pubblicato il Decreto 25 maggio 2016, n. 183, recante “Regolamento recante regole tecniche per la realizzazione e il funzionamento del SINP, nonché le regole per il trattamento dei dati, ai sensi dell’articolo 8, comma 4, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81”. Nelle intenzioni del legislatore, questo sistema informatico, a livello nazionale e Inter-istituzionale, dovrebbe “fornire dati utili per orientare, programmare, pianificare e valutare l’efficacia della attività di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, relativamente ai lavoratori iscritti e non iscritti agli enti assicurativi…

...Continua a leggere...

Il Ministero del Lavoro ha reso disponibile il testo aggiornato e coordinato a giugno 2016 del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81 (noto con l’abbreviazione di D.Lgs. 81/2008), ovvero il cosiddetto Testo Unico in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro. Di seguito, le principali novità: numerose modifiche a seguito del Decreto Legislativo 15 febbraio 2016, n. 39, relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele; aggiornato l’elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’articolo 71 comma 11; inserita la lettera circolare prot. 2597 del 10/02/2016 sulla Redazione del POS per la mera fornitura di calcestruzzo; inserito un estratto della circolare n. 26 del 12/10/2015 e la nota prot. 19570 del 16/11/2015 sulle modifiche alla sospensione dell’attività imprenditoriale di cui all’articolo 14; inserite note riguardanti l’abrogazione della Direttiva 89/686/CEE sui dispositivi di protezione individuale a seguito della pubblicazione sulla Gazzetta…

...Continua a leggere...

SDS monitoraggio della formaldeide classificata cancerogena Rischio formaldeide

In materia di rischio chimico, e soprattutto di corretto utilizzo delle sostanze chimiche da parte delle imprese utilizzatrici, assume una fondamentale importanza l’acquisizione e l’esame della Scheda Dati di Sicurezza, in sigla SDS. Un documento ancora più importante, alla luce delle recenti innovazioni regolamentari europee (REACH e CLP). In questa ottica, dobbiamo segnalare un utilissimo e pratico strumento tecnico di verifica, messo a punto da Regione Lombardia, Laboratorio di approfondimento Rischio Chimico: la “Linee guida per la verifica di conformità delle schede dati di sicurezza (SDS) ai sensi dei Regolamenti n. 1907/2006 (REACH) e n. 1272/2008 (CLP)” (Decreto 977 del 16.02.2016). Un documento, come si può leggere nell’introduzione, che “permette di controllare una SDS sia in termini di presenza delle informazioni (colonna “Info presenti”) sia, laddove possibile, in termini di correttezza e coerenza tecnico-scientifica dei contenuti (colonna “Info adeguate”)”. La check list, disponibile anche in formato “.pdf editabile”, considera i…

...Continua a leggere...

OT-24 INAIL Decreto Legislativo 81/2008

L’INAIL ha reso disponibile sul proprio sito la “Guida alla compilazione del modello OT-24 per l’anno 2016”, ovvero uno “sconto” con il quale l’istituto vuole premiare, ogni anno, le aziende e imprese che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli minimi previsti dalla normativa in materia, in primo luogo il Decreto Legislativo 81/2008. In pratica, è prevista una riduzione del “premio Inail” variabile in base alle dimensioni dell’impresa, come riassunto nella tabella seguente: Lavoratori/anno Riduzione premio Inail fino a 10 28% da 11 a 50 18% da 51 a 200 10% oltre 200 5%   Come ben noto, per ottenere questo “sconto” occorrono tre pre-condizioni: essere in regola con gli adempimenti contributivi e assicurativi; essere in regola con le disposizioni in materia di prevenzione e igiene sui luoghi di lavoro; l’impresa deve essere attiva da almeno due…

...Continua a leggere...

jobs act decreto depenalizzazioni

Il Ministero del Lavoro ha reso disponibile, sul suo sito, il testo coordinato del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, aggiornato a settembre 2015, ovvero con tutte le ultime novità introdotte dai decreti attuativi del Jobs Act. Un aggiornamento importante e atteso dagli operatori e dalle aziende, poiché negli ultimi mesi si sono succedute numerose – e diremmo troppe – modifiche, il più delle volte in modo non organico e “occasionale”. Queste le novità normative, alcune anche di un certo rilievo: corretto l’importo massimo previsto per l’ammenda all’art. 284 comma 1; inseriti gli interpelli dal n. 26 al n. 28 del 31/12/2014, le precisazioni all’interpello n. 20/2014 del 31/12/2014, e gli interpelli dal n. 1 al n. 5 del 23 e 24/06/2015; inserite le circolari n. 34 del 23/12/2014, n. 35 del 24/12/2014, n. 3 del 13/02/2015, n. 5 del 3/03/2015 e n. 22 del 29/07/2015; inserito il decreto…

...Continua a leggere...

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il nuovo Codice di prevenzione incendi
Pubblicato il DM 03/08/2015 "Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell'art. 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139"

Il 20 agosto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 192 – Supplemento Ordinario n. 51, il decreto del Ministro dell’Interno 3 agosto 2015 recante “Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell’art. 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139”. L’importante provvedimento, che entrerà in vigore il  novantesimo  giorno successivo alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ovvero il 18 novembre 2015, si prefigge l’obiettivo, come riferito dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, di “semplificare e razionalizzare l’attuale corpo normativo relativo alla prevenzione degli incendi attraverso l’introduzione di un unico testo organico e sistematico, contenente disposizioni applicabili a molte delle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi, indicate all’allegato I del decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151”. Il decreto si compone di cinque articoli e di un corposo allegato tecnico: l’articolato specifica le attività cui potrà essere applicata nuova normativa e precisa, anche,…

...Continua a leggere...

sicurezza lavoro decreto 81/2008
Disponibile il Decreto 81/2008 aggiornato al dicembre 2014

Il Ministero del Lavoro ha reso disponibile l’aggiornamento “dicembre 2014” del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, coordinato con tutte le disposizioni legislative integrative e correttive. In particolare, queste le principali novità del Decreto 81/2008 nella nuova edizione: modificati gli articoli 28 comma 3-bis e 29 comma 3 in ottemperanza a indicazioni dell’Unione Europea; aggiornato l’elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’articolo 71 comma 11; inserito il Decreto interministeriale 9 settembre 2014 riguardante i modelli semplificati per la redazione del piano operativo di sicurezza, del piano di sicurezza e di coordinamento e del fascicolo dell’opera nonché del piano di sicurezza sostitutivo; inserito il decreto interministeriale 22 luglio 2014 “Disposizioni che si applicano agli spettacoli musicali, cinematografici e teatrali e alle manifestazioni fieristiche tenendo conto delle particolari esigenze connesse allo svolgimento delle…

...Continua a leggere...

A seguito della Legge 30 ottobre 2014, n. 161, recante “Disposizioni   per   l’adempimento   degli   obblighi   derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2013-bis”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 261 del 10-11-2014 – Suppl. Ordinario n. 83 (entrata in vigore il 25 novembre 2014), sono stati modificati gli articoli 28 comma 3-bis e 29 comma 3 Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81. Le modifiche nel dettaglio Come è noto, ai sensi dell’articolo 28 comma 3-bis Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, “In caso di costituzione di nuova impresa, il datore di lavoro è tenuto ad effettuare immediatamente la valutazione dei rischi elaborando il relativo documento entro novanta giorni dalla data di inizio della propria attività”. Analogamente, ai sensi dell’articolo 29 comma 3 del medesimo decreto, “La valutazione dei rischi deve essere immediatamente rielaborata (…) in occasione di modifiche del processo produttivo o della organizzazione del lavoro significative ai…

...Continua a leggere...

In attuazione dell’articolo 104-bis – Misure di semplificazione nei cantieri temporanei o mobili del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 91, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, serie Generale, n. 212 del 12 settembre 2014 si “è dato avviso” della pubblicazione del Decreto Interministeriale 9 settembre 2014, che ha definito i modelli semplificati per la redazione del Piano Operativo di Sicurezza (POS), del Piano di Sicurezza e di Coordinamento (PSC) e del Fascicolo dell’Opera (FO) nonché del Piano di Sicurezza Sostitutivo (PSS). Un provvedimento a seguito del Decreto Legge 21/06/2013, n. 69, recante “Disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia”. La semplificazione riveste carattere grafico e formale, in quanto il decreto ribadisce, in ogni caso, “l’integrale applicazione delle previsioni di cui al Titolo IV del D. Lgs. 81/2008”, che di fatto non viene in alcun modo modificato. Con l’occasione ricordiamo che EST dispone di tecnico in possesso dei requisiti per lo…

...Continua a leggere...