Verifica periodica attrezzature di lavoro: la circolare 18/2013 del Ministero del Lavoro chiarisce alcuni dubbi

In tema di verifica periodica di attrezzature di lavoro, di cui al Decreto Ministeriale 11 aprile 2011, il Ministero del Lavoro ha fornito nuovi chiarimenti, con la Circolare n. 18 del 23 maggio 2013.

Il punto forse più importante della circolare riguarda la definizione dei “contenuti minimi” delle cosiddette “indagini supplementari”, da eseguirsi su “attrezzature messe in esercizio da oltre 20 anni”, finalizzate a stabilire la “vita residua” in condizione di sicurezza delle attrezzature stesse, tramite l’esecuzione di una serie di “attività” volte a identificare “vizi, difetti o anomalie”. Tali “attività” possono essere, a seconda dei casi: esame visivo, esami non distruttivi, analisi strutturali e funzionali, prove funzionali e di funzionamento.

La circolare ribadisce inoltre due esclusioni dal regime delle verifiche periodiche di cui all’articolo 71 comma 11 del Decreto Legislativo 81/2008, relative in particolare a:

  • le attrezzature utilizzate nelle attività estrattive (Decreto Legislativo 624/1996;
  • le cosiddette “scale per traslochi”, a patto che siano destinate al trasporto in quota di soli materiali e non di persone.

Per scaricare la circolare, cliccare qui

Condividi
Tweet
Condividi
+1
Pin